L'eremo di Bismantova

Il Santuario di Bismantova è una meta importante per tutti i fedeli della montagna reggiana. Dedicato alla Madonna, esso è incuneato alla base della Pietra.
Categoria: Uncategorised

Il Santuario della Madonna della Pietra di Bismantova è un luogo di culto cattolico situato ai piedi della famosa roccia calcarea omonima, nel comune di Castelnovo ne' Monti, in provincia di Reggio Emilia, in Emilia-Romagna. Il santuario è stato edificato nel XV secolo su un antico luogo di culto dedicato alla Madonna, e si trova in una posizione strategica che offre una vista panoramica sulla valle del fiume Secchia e sulla catena montuosa del Appennino Tosco-Emiliano.

Il Santuario della Madonna della Pietra di Bismantova è un luogo di grande importanza storica e religiosa per la comunità locale e per i fedeli della zona. La chiesa, che è stata ampliata e ristrutturata nel corso dei secoli, conserva al suo interno numerose opere d'arte di grande valore, tra cui un pregevole altare in marmo del XV secolo e una tela del XVII secolo raffigurante la Madonna.

entrata del santuario di Bismantova

La devozione alla Madonna della Pietra di Bismantova è molto sentita dalla popolazione locale, che ogni anno partecipa numerosa alle celebrazioni religiose che si svolgono nel santuario in onore della Vergine. Inoltre, il Santuario della Madonna della Pietra di Bismantova è anche un luogo di pellegrinaggio per molti fedeli che vengono da tutta Italia per pregare e chiedere l'intercessione della Madonna.

Immagina di trovarti davanti a una parete di roccia scolpita dalla natura, circondato da un paesaggio verde e selvaggio. Questo è il luogo incantevole dove si trova l'eremo della Madonna della Pietra, un luogo che ha ispirato molti artisti, tra cui il grande Dante Alighieri.

L'eremo, costruito su un'antica cappella dedicata al Salvatore, risale al XIV secolo e conserva ancora oggi un affresco della Trinità nella sua parete interna. Nel corso dei secoli, la chiesetta è diventata famosa per i racconti di avvenimenti miracolistici e per la devozione popolare alla Madonna del Latte.

Nel XVII secolo, due eremiti francescani hanno apportato modifiche alla struttura per accogliere i sempre più numerosi pellegrini. Dopo essere stato abbandonato dai francescani, nel 1925 è stato affidato ai Benedettini dell'Abbazia Parmense di San Giovanni Evangelista.

eremo della pietra di bismantova

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'eremo ha subito un radicale restauro, che ha mantenuto il suo carattere semplice ed elegante, invitando alla preghiera e al silenzio. La struttura ad aula unica, con due cappelle laterali, conserva preziosi affreschi del XV secolo, tra cui quello della Trinità, che attira molti visitatori durante le cerimonie della Marcia Penitenziale, che si celebra il 13 di ogni mese da maggio a ottobre.

Non perdere l'occasione di visitare questo luogo magico e scoprire la storia e la spiritualità che si celano dietro ogni pietra.

Vieni a scoprire un luogo davvero unico, dove la bellezza della natura si fonde con la ricchezza della storia millenaria e la spiritualità. La "Vedetta dell'Appenino" come la definiva il poeta Giosuè Carducci e visitato anche dal grande Dante Alighieri, che ne ha scritto nel IV canto del Purgatorio.

Nel nuovo centro Laudato Si' restaurato con i più alti standard di bioedilizia, potrai ammirare un museo ispirato alla custodia del creato e alla geologia, nonché una biblioteca dove potrai consultare tutte le pubblicazioni su Bismantova, una mediateca e un centro polivalente per attività culturali e per i visitatori.

Il 3 luglio 2021 l'Eremo Benedettino e il nuovo Centro Laudato Si' sono stati inaugurati e riconsegnati alla fruizione di tutta la popolazione.

Il nuovo centro laudato sì alla Pietra di Bismantova

I quasi 1000 metri quadrati su cui si estende il complesso architettonico, compresi esterni ed interni, sono il frutto di un complesso intervento che ha visto l'utilizzo di materiali bio-ecologici, il recupero delle acque meteoriche e la soppressioni di eventuali barriere architettoniche, il tutto nel rispetto e tutela dell'avifauna della zona.

Il seminterrato accoglie i turisti e visitatori e garantisce il collegamento con le sale espositive, mentre al piano terra si trova il Santuario, al primo piano la biblioteca, l'archivio e la zona bacheche, oltre ad ampi spazi per la sosta, lo studio e la contemplazione della natura circostante. Infine, al secondo piano sono raggruppati gli uffici di servizio della Protezione civile, del Centro regionale delle guide alpine, del Cai, dei Carabinieri forestali e delle associazioni G&T e Legambiente.

In seno alla biblioteca si trovano tutte le più interessanti pubblicazioni su Bismantova che spaziano dall'ambito religioso a quello letterario, da quello geologico ed alpinistico per arrivare a quello turistico ed archeologico.

La mediateca  ospiterà attrezzature con connessione e disponibilità del Centro studi religioni del mondo presso l’Università di Harvard, mentre dall'Università di Yale arriverà il materiale riguardante il Forum su Religione ed Ecologia.

La statua di San Benedetto dello scultore Benevelli